JoomlaTemplates.me by WebHostArt

Economia


whatsapp

Antitrust, 3 mln multa a Whatsapp

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato, al termine di 2 istruttorie ha comminato una sanzione da 3 milioni di euro a WhatsApp ritenendo che la società abbia "di fatto indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare integralmente i nuovi termini di utilizzo, in particolare la condivisione dei propri dati con Facebook, facendo loro credere che sarebbe stato, altrimenti, impossibile proseguire nell'uso dell'applicazione". E' quanto si legge in una nota dell'Antitrust.

 

 

Dal mondo


Somalia

Somalia: vertice internazionale a Londra

Si tiene oggi a Londra la conferenza internazionale sulla Somalia per affrontare la crisi umanitaria e i problemi di sicurezza nel Paese africano.
L'evento è presieduto dalla premier britannica Theresa May e vi prendono parte il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres, il presidente della Somalia Mohamed Abdullahi Mohamed e l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini. Nella conferenza vengono discussi gli aiuti al Paese sconvolto da una terribile carestia mentre le associazioni umanitarie hanno lanciato un appello affinché venga cancellato il debito della Somalia e si contribuisca così a una sua ripresa dopo anni di conflitti e instabilità.

 

 


 

violdonne        button report abuse      

linea marrone

Un vecchio successo di Giorgio Gaber... ma quanto è ancora attuale!!!

GiorgioGaber

L'unica vera aspirazione, degli uomini degli anni '90, è il successo. D'altronde è comprensibile. Il successo significa da sempre avere la stima degli altri, il riconoscimento dei propri meriti e delle proprie capacità. 
Ma il successo degli anni 90, ha una sua caratteristica: quella di coincidere totalmente con la popolarità. Uno ha successo solo se è popolare. 
E dato che i gusti della gente sono imprevedibili, uno può essere popolare perché è bello, perché è simpatico, perché è bravo... no, non perché è bravo... perché è patetico, perché è delirante, perché è demenziale, perché è bravo... no non perché è bravo...  perché è ridicolo, perché è viscido, perché, ma non perché è bravo, perché  magari fa schifo. E la gente, lo ferma per la strada, e gli dice: "complimenti, lei è il più schifoso!"   


Nessuno, nessuno è esente da questa febbre di popolarità. A parte quelli che si esibiscono per professione che a questo punto sono diventati i più discreti, il campionario degli aspiranti è praticamente infinito: impiegati, piccoli artigiani, assessori comunali, mamme di tossicodipendenti, pescatori, preti, pornostar, scienziati, giornalisti, magistrati, ministri, e presidenti della repubblica. E anche papi. Tutti, tutti vorrebbero la prima pagina del "Times."
Non ha importanza la qualità delle cose che fai. L’importante è farsi conoscere, e questo è un bel vantaggio per le giovani generazioni che dovevano occuparsi della loro formazione per diventare seri, preparati, uomini di pensiero. Ma quale pensiero, la vera formazione professionale è quella che ti apre le porte per andare da Maurizio Costanzo, da Gerry Scotti, da Frizzi, e poi da Bonolis, da Castagna, dalla De Filippi e da Magalli. E anche da Marzullo... sottovoce. 
E quando torni a casa tutti ti guardano con curiosità, forse con ammirazione; senti di avere più potere, più fascino, e avverti subito negli occhi delle ragazze una luce strana, che ti fa capire le nuove enormi possibilità di affermare il tuo gene egoista. Cioè di scopare. 
La popolarità quindi non richiede oggi una particolare genialità, anche se l'intelligenza non è un impedimento. Però, dal panorama dei personaggi più famosi, si arriva tristemente alla conclusione che per avere successo è meglio essere un po' cretini. Cretini, ma popolari. D'altronde non esistono che due possibilità: o sei un cretino conosciuto, o sei un cretino qualsiasi.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Siti utility

Calcolo Imu e Tasi

Calcolo codice fiscale

Consultazione rendite catastali
   

Link Città

Roma
Milano
Napoli
Torino
Bologna
Firenze
Palermo
Genova
                     

VIDEO PROVIDERS

YouTube

Vimeo

Flickr

 

Claudio

Consulente e Formatore | Settore informatico: Web Marketing | Applicativi Office.

Ciao, quello in foto sono io, mi chiamo Claudio Campagna e questo è il mio sito. Sono Web Designer Freelance e mi interesso di CMS, soprattutto di Joomla e Wordpress. Condivido  con altri le mie idee e le mie esperienze. Sviluppo siti web in Joomla. Svolgo il mio lavoro con tanta voglia e molta professionalità.

La mia email per contattarmi: clacamp@libero.it

 

 

 

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente. ...APPROFONDISCI...