linea marrone

 

 

A P'ZZADA DI FORESTERI

 

 apzzada  pizza

 

 

 

Ascolta in viva voce

A fajoma tutti l'anni, com 'nsegnal d r'conoscenza,

quasi d'affettu p coddi ch' tanti anni fa s' n' vossnu annè

fora d Ciazza pu b'sogn d travagghiu c'rchè!

E p' coss, cu na parodda nan tant s'mpat'ca,

i chiamoma "FORESTERI".

Ma gghiè na cosa da sutt'l'nier:

sti "FORESTERI", tutti l'ann

e quarch'dun ciù e ciù d na vota l'ann

torn'nu o m'ttent,

com a vulè scusa dumannè

o pais d'avirlu bannunè! 

Accussì, pi chiù fortunadi,
no mis d' giugnett, aost p l'autri,
a storia s r'pet... sempr codda... sempr a stissa!
Appena cumenzn a r'sp'rè a 
BEDD'ARIA FRISCA DA B'DDIA
ch gh stuzz'ca l'oggi e a fantasia,

u cor gh canta p l'emozion,
pur s'a bocca resta muta,
sti foresteri tornan
d'arrera n' l'anni da bedda gioventù,
quann d'jevan
"IU, D CIAZZA, NON ME NE ANDRÒ MAI PIÙ!"

Poi i vacanzi f'nisc'nu e pi foresteri riva u jornu d'annessn via.
S'hanna lascè d'arrera i spaddi a sol'ta
BEDD'ARIA FRISCA DA B'DDIA.
Stavota però a mus'ca cangia.
U cor n'an canta ciù...
l'oggi nan rid'nu ciù,

anzi s'annebbianu p l'emozion...
e i paroddi, nan sempr ditti,
p nan fè capì a cu t sta statu o sciancu u to rammarcu,
ch' magari nan gh crid ch'è veru,
nan su ciù i stissi d tanti anni fà!

E sì... i paroddi cang'nu.
E qual' su?
 "IU, CIAZZA, NAN MU POZZ SCURDÈ CIÙ"

ROSALBA TERMINI

        

 

 

 

La facciamo tutti gli anni come segnale di riconoscenza,

quasi di affetto, per quelli che tanti anni fa

hanno dovuto andarsene fuori Piazza

per il bisogno di cercare lavoro!

E per questo, con una parola non tanto simpatica,

li chiamiamo “FORESTIERI”.

Ma c’è una cosa da sottolineare:

questi ”forestieri” tutti gli anni

e qualcuno più e più di una volta l’anno

tornano al mittente come a voler domandare scusa

al paese d’averlo abbandonato!

Così, per i più fortunati nel mese di luglio,

agosto per gli altri, la storia si ripete...

sempre quella...sempre la stessa!

Appena cominciano a respirare

la BELL’ARIA FRESCA DELLA BELLIA

che stuzzica gli occhi e la fantasia,

il cuore canta per l’emozione

anche se la bocca resta muta...

e questi forestieri tornano indietro

negli anni della bella gioventù,

quando dicevano

<<IO, DA PIAZZA, NON ME NE ANDRÒ MAI PIU>>

Poi le vacanze finiscono

e per i “forestieri” arriva il giorno di andarsene via.

Devono lasciarsi alle spalle la solita

BELL’ ARIA FRESCA DELLA BELLIA!

Stavolta però la musica cambia.

Il cuore non canta più...gli occhi non ridono

anzi, si annebbiano per l’emozione...

e le parole, non sempre dette,

per non far capire, a chi ti sta seduto a fianco,

il tuo rammarico,

che magari non crede sia vero,

non sono più le stesse di tanti anni fa!

Eh, sì...le parole cambiano.

E quali sono?!

<<IO, PIAZZA, NON LO POSSO SCORDARE PIU>>

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Siti utility

Calcolo Imu e Tasi

Calcolo codice fiscale

Consultazione rendite catastali
   

Link Città

Roma
Milano
Napoli
Torino
Bologna
Firenze
Palermo
Genova
                     

VIDEO PROVIDERS

YouTube

Vimeo

Flickr

 

ClaudioCiao, quello in foto sono io, mi chiamo Claudio Campagna e questo è il mio sito. Sono Web Designer Freelance e mi interesso di CMS, soprattutto di Joomla e Wordpress. Condivido  con altri le mie idee e le mie esperienze. Sviluppo siti web in Joomla. Svolgo il mio lavoro con tanta voglia e molta professionalità.

La mia email per contattarmi: clacamp@libero.it

 

 

 

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente. ...APPROFONDISCI...