Un sito
flessibile,
potente
e facile
da usare

creativo

sito internet originale, creativo ed efficace: grafica e layout interessanti.

innovativo

Un sito web innovativo che si evolve nel tempo e si arricchisce di contenuti.

visuale

Sito web facile da navigare e di facile lettura.

progressivo

Sito web all'avanguardia per modularità e coniugazione dei colori

Ecco a voi la Cappella Sistina di Sicilia. A Piazza Armerina.

Ecco a voi la Cappella Sistina di Sicilia. A Piazza Armerina. FOTO

C’è una chiesa, a Piazza Armerina, che Vittorio Sgarbi ha definito “La Cappella Sistina siciliana”. E non aveva tutti i torti: si tratta della chiesa di San Giovanni Evangelista, salvata dall’incuria e dalle infiltrazioni d’acqua, oggi visitabile. Piazza Armerina merita di essere visistata non soltanto per la celeberrima Villa Romana del Casale. E’ stata definita la città delle 100 chiese (ma ci dicono che in realtà sono 114) e il suo centro storico è affascinante. Potrebbe sicuramente essere tenuto meglio, alcuni monumenti sono lasciati all’incuria e purtroppo quasi tutte le chiese sono chiuse al pubblico. Ma la Sistina di Sicilia l’abbiamo trovata aperta ed è stata veramente una scoperta. La chiesa fa parte del Fec, il patrimonio del fondo degli edifici di culto che ha origine dalle leggi della seconda metà del 1800 con le quali lo Stato italiano soppresse le proprietà ecclesiastiche. La sua storia l’abbiamo recuperata da un articolo di Antonella Lombardo, in cui vengono spiegate le origini e, soprattutto, i magnifici affreschi che la adornano.

Risale all’incirca al 1721 il completamento dei lavori a cura delle suore benedettine. È la badessa Angelica Cremona a commissionare al Borremans, artista fiammingo, gli affreschi. Nella cupola il pittore di Anversa dipinge il mistero dell’Eucaristia, nelle pareti laterali dell’altare maggiore la Natività e l’Epifania, mentre nella volta sceglie di rappresentare la visione apocalittica di San Giovanni. Nella parete di sinistra, invece, è raffigurata l’apoteosi di San Benedetto e la regola benedettina, mentre sul lato destro c’è il martirio di San Placido con, sullo sfondo, il golfo di Messina. Sui piloni della cupola e nelle lunette paiono quasi volteggiare le figure di donne simboleggianti le virtù, il tutto in un tripudio di nuvolette, rami intrecciati e ghirlande di fiori che sembrano un inno alla primavera. L’altare maggiore, successivo all’incendio del 1722, è opera dei marmisti catanesi, i fratelli Marino, mentre ai lati si stagliano due statue in marmo bianco di Carrara che rappresentano la Fede e l’Innocenza. A fianco spicca l’imponente pulpito in legno intarsiato in argento dorato del XVIII secolo, di autore ignoto.

         

Foto: Davide Modesto

Clear

1°C

Torino

Clear

Humidity: 64%

Wind: 11.27 km/h

  • 03 Jan 2019

    Sunny 9°C -3°C

  • 04 Jan 2019

    Partly Cloudy 6°C -3°C

Andrea Campagna interpreta Girl

 


  
  

Primavera

rosalbatermini.it

Sito web della mia consorte Rosalba

pinobevilacqua.it

Sito web di un mio caro amico

classenostra.it

Sito web di noi ex compagni di scuola

 

 

 

 

 

 

 

 

Consulente e Formatore
Settore informatico: Web Marketing | Applicativi Office.

Ciao, quello in foto sono io, mi chiamo Claudio Campagna e questo è il mio sito.
Sono Web Designer Freelance e mi interesso di CMS, soprattutto di Joomla e Wordpress.
Condivido con altri le mie idee e le mie esperienze. Sviluppo siti web in Joomla.
Svolgo il mio lavoro con tanta voglia e molta professionalità.